Dalla strada alla carta dei migliori ristoranti il passaggio è breve. Ecco tre specialità streetfood rilette in chiave gourmet con il tocco creativo degli chef.

Lo streetfood è uno dei modi più autentici per conoscere la storia gastronomica di un paese ed è un genere culinario decisamente amato e di tendenza, tanto da guadagnare sempre più spazio nelle proposte dei ristoranti con nuove e originali rivisitazioni gourmet. Che tradotto in altre parole significa cotture moderne, alta qualità degli ingredienti e il tocco creativo dello chef, senza perdere mai di vista l’identità culturale di questi cibi.

Ecco una selezione di specialità tipiche del “cibo di strada” rilette dai migliori ristoranti di Milano, che vi faranno viaggiare tra le diverse latitudini del globo alla scoperta di tradizioni, ricette e tendenze di terre lontane ed esotiche fino a giungere alle specialità nostrane della tradizione ligure.

 

Il pastrami “premium” firmato La Griglia di Varrone

Specialità kosher resa nota dall’orgasmica scena cult del film “Harry ti presento Sally” girata da Kat’s a NYC, il pastrami spopola negli u.s.a. dove giunse a seguito dell’ondata migratoria degli ebrei rumeni di fine ottocento. Trattasi di succulenta carne di manzo speziata, affumicata e cotta al vapore, che viene poi tagliata a fettine e utilizzata per farcire deliziosi sandwich. A Milano è tanto amato quanto introvabile e sono pochissimi gli indirizzi dove poterlo gustare, tra questi da citare La Griglia di Varrone che lo propone nella sua speciale versione deluxe a base di puro black angus americano con un accenno di senape e cipolla confit. Il tutto racchiuso nel leggero e fragrante pan de cristal. Effetti collaterali? Può creare dipendenza.

 

La Panissa ligure declinata dallo chef Tronconi

La panissa è un classico della tradizione ligure a base di farina di ceci, acqua e sale, che differisce dalla cugina “farinata” per l’assenza di olio d’oliva nell’impasto. La panissa viene solitamente prima cotta in padella e poi fritta, per essere gustata come sfizioso snack da passeggio. In alternativa può essere mangiata fredda, servita semplicemente con olio e limone. La declinazione dello chef Marco Tronconi rilegge la ricetta ligure proponendo la tradizionale panissa con un originale abbinamento a base di seppie marinate nel lime e una salsa a base di cocco, che regala una nota caraibica a questa rivisitazione gourmet.

 

I noodles filippini nella veste raffinata di Yum.

I noodles, uno dei cibi di strada più tipici in Asia, nella loro declinazione filippina prendono il nome di Pansit, ovvero spaghettini di riso saltati con carne, pesce o verdure in abbinamento a salsa di ostriche, salsa di pesce e salsa di soia. I pansit sono un piatto simbolo della tradizione filippina, sinonimo di buon auspicio e lunga vita e per questo immancabili quando si tratta di celebrare una cerimonia o ricorrenza, dal compleanno al matrimonio. Lo chef Marvin Braceros del nuovo ristorante YUM li propone su Delizialy nella versione “bihon” , quella più tipica a base di carne e verdure cotte con il metodo asado, che prevede una lenta marinatura capace di insaporire anche gli ingredienti più delicati. Nell’interpretazione proposta da Yum le note più forti della ricetta originale vengono stemperate e ingentilite per rendere il gusto finale più raffinato e moderno.

 

Pin It on Pinterest

Share This